Il nuovo logo del partito democratico

Appena presentato il nuovo logo del partito democratico ed è gia polemica…ed io non posso proprioesimermi… La prima cosa che mi viene in mente è “senza infamia ne lode”, ma poi se ci penso meglio è troppo generosa. Parliamo prima dell’autore, Nicola Storto. Nato a Campobasso venticinque anni fa, ha studiato disegno industriale all’Università di Camerino, proseguendo gli studi in comunicazione visiva allo IUAV di Venezia, dove ha conseguito la laurea specialistica nel 2007… Ora riflettiamo insieme sul perché affidare l’immagine istituzionale di una forza politica che dovrebbe risollevare le tristi sorti del paese ed in ultima ma non ultima analisi le SUE sorti ad un designer venticinquenne. Ok mi si potrebbe rispondere che l’età non conta quando si è dei geni della grafica, ma questo è proprio quello che sostengo anch’io. Mi domando: è una mossa politica? (se lo fosse sarebbe fallimentare…allontana proprio i giovani, quindi…) i giovani designer non sono così, ok, parlo di me, io non mi identifico, al contrario, penso ad una marea di giovani grafici geniali che pubblicano gratuitamente le loro creazioni su flickr.com o che fanno mostre nei centri sociali, nei pub o su internet, che prendono 200 € per un logoche funziona duemilioni di volte meglio di questo, che attira, attizza, che te lo attacchi volentieri sul cruscotto della macchina o sull’anta dell’armadio. Terminando immodestamente postulo “una comunicazione degna è un valore aggiunto se non un presupposto essenziale per qualsiasi sociale attività umana, avere la capacità di analizzare lucidamente la sua qualità, prescindendo dalla portata dei suoi valori può sembrare cinico ma invece e’ giusto ed essenziale parlando di grafica”. Bisogna ritornare a capire che il valore di un marchio, un simbolo, una qualsiasi immagine rappresentativa di entità politica, commerciale, sociale, non è solo un segnaposto; un elemento per poter dire “si, anch’io ce l’ho”, ma una parte fondamentale del processo di comunicazione delle idee. Per tornare a questo logo credo che sia poco coraggioso, quindi senza personalità ne energia e questo lo rende superfluo,inutile, populista, tanto vale presentarsi con una stretta di mano, casa per casa, “buongiorno, sono il partito democratico!votami”. Del rametto d’ulivo appoggiato in basso e del tricolore imperante preferisco non parlarne perché non ne vale la pena.

pd

Annunci

3 pensieri riguardo “Il nuovo logo del partito democratico

  1. Approvo e sottoscrivo, e ti dico una cosa in più: è proprio triste che un partito che si presenta come “il nuovo segnale del cambiamento” abbia scelto un logo che sembra già vecchio di almeno 30 anni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...